gherardini_violeta-2

GHERARDINI, UNA STORIA DI PELLE LUNGA PIÙ DI UN SECOLO

La Maison Gherardini custodisce una grande storia millenaria, la storia di una lunga attività, espressione della scrupolosità e della genialità dell’artigianato fiorentino e pertanto illustre rappresentante del Made in Italy.

La storia della famiglia Gherardini, nasce nell’anno 1000, quando questa dinastia, era una delle più influenti di Firenze.

Correva l’anno 1503 quando i Gherardini incontrano l’arte per la prima volta, con Lisa Gherardini, ritratta dal maestro Leonardo da Vinci, nel suo quadro più celebre, LA GIOCONDA.

Era il 1885 quando Garibaldo Gherardini apre a Firenze, il suo primo laboratorio artigianale specializzato nella produzione di astucci ed altri beni di pelle.

Quindici anni più tardi, viene avviata la produzione di buste, pochette con chiusura gioiello, l’utilizzo di broccati, rasi, pelli plissettate, per un lusso ricercato e fu un successo, tanto che nel 1915 Garibaldo apre il suo primo negozio a Firenze in Via della Vigna Nuova.

Nel 1945 si affiancano al padre i figli, che iniziarono l’espansione dell’azienda portandola in pochi anni al successo nel periodo della nascita del Made in Italy e nel negozio in Via della Vigna Nuova riprendono su larga scala le produzioni di pelletteria.

Nasce così il brand attuale che nel frattempo era passato nella nuova a Scandicci, alle porte di Firenze.

Come non ricordare negli anni ’70 la celebre piattina in tessuto logato e l’invenzione del tessuto Softy, leggero ed idrorepellente, che si ritrova come costante nelle varie collezioni, roccaforte del made in Italy.

Nel 2007 il marchio viene acquisito dalla famiglia Braccialini con l’ obiettivo di ricollocare il brand nella sua posizione di origine: un nome storico della pelletteria italiana a livello internazionale.